mercoledì 22 febbraio 2017

Aqr e tassi di recupero in Italia.

Banca d’Italia ha pubblicato lo scorso 28 gennaio 2017, quindi circa 3 settimane fa, il rapporto n°7 della collana “Note di stabilità finanziaria e vigilanza” intitolato “I tassi di recupero delle sofferenze”.

Troverete il documento di 16 pagine di seguito: http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/note-stabilita/2017-0007/Note_di_stabilita_finanziaria_e_vigilanza_N._7.pdf

Il testo fa ovviamente riferimento allo scenario italiano, ma è bene prenderne conoscenza anche perché tratta di un argomento attualissimo anche a San Marino.

In effetti, a breve verrà pubblicata in Repubblica l’Aqr (asset quality review) curata dalla Boston Consulting, mentre ci si interroga se la gestione degli Npl (non performing loans) debba essere effettuata internamente o esternamente al Paese.

Da “bravo analista” non voglio entrare in merito alla questione che verrà affrontata dalla politica, ma intendo riportare fedelmente qualche parte significativa del report in quanto San Marino dispone di pochi dati al riguardo.

“Per il sistema bancario italiano i tassi di recupero sulle sofferenze si posizionano in me dia su valori coerenti con i tassi di copertura risultanti dai bilanci. A dicembre del 2015 il tasso di copertura medio era pari al 59%, cui corrisponde un tasso di recupero atteso del 41%. Nel decennio 2006-2015 il tasso di recupero è risultato pari in media al 43%.“

“I tassi di recupero dei crediti assistiti da garanzie reali sono significativamente più elevati rispetto a quelli registrati sulle altre posizioni (55% nella media del periodo contro il 36%).”

“I  tassi  di  recupero  delle  sofferenze  verso  le  famiglie  sono  più  elevati  rispetto  a  quelli  verso le imprese non finanziarie (53% in media nel periodo contro il 40%).”

“I  tassi  di  recupero  risultano  decrescenti  in  funzione  dell’anzianità  delle  posizioni  chiuse.”

Ci sono altri spunti molto interessanti nel documento, inclusa la metodologia di stima dei tassi di recupero.

Il grafico mostra invece i “Tassi di recupero per tipologia di chiusura: recuperi in via ordinaria o tramite cessione sul mercato”


La scarsità dei dati statistici italiani relativi al recupero degli Npl rende difficile l’individuazione della metodologia più adatta ad affrontare il problema, soprattutto se parliamo di San Marino, ma non possiamo ignorare obiettivamente la casistica a disposizione.

L’ignoranza è il peggior di tutti i mali.

Cordialmente,

Giovanni Maiani

lunedì 14 novembre 2016

Qualche soddisfazione dopo anni di impegno.






In occasione del 50° anniversario della sua fondazione, il Panathlon Club San Marino premierà due atleti del Taekwondo San Marino praticanti la disciplina Olimpica del Taekwondo.

Premiato anche Francesco Seynghyun Maiani, cintura nera 3° dan - iscritto al club dall’anno 2005 e frequentante l’ultimo anno di Liceo Scientifico - quale migliore atleta di Scuola Media Superiore Sammarinese 2015/16, con la seguente motivazione: “ Per aver vinto la medaglia di bronzo al Campionato Nazionale Italiano assoluto svoltosi a Riccione (RN) in data 12/12/2015 ”.


giovedì 18 agosto 2016

MASTER IN ANALISI TECNICA DEI MERCATI FINANZIARI

In occasione dei trent’anni dalla fondazione, SIAT ha provveduto ad effettuare un restyling del Master in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari rendendolo ancora più ricco di contenuti e di esercitazioni pratiche.

http://www.siat.org/?page_id=611


Il Master prevede la partecipazione di docenti di rilevanza nazionale ed internazionale: le docenze saranno gestite da esperti qualificati e di riconosciuta fama accademica con un’aggiornata ed approfondita conoscenza del settore.

SIAT offre al partecipante una panoramica completa delle metodologie dell’Analisi Tecnica (partendo dall’analisi grafica di base, per arrivare alle più recenti e sofisticate metodologie) e dei suoi collegamenti con altre discipline (analisi quantitative, ciclica, statistica, reti neurali, behavioural finance etc.), da applicare per lo studio e l’attività di trading e di investimenti sui mercati finanziari.

Inoltre, offre al partecipante la possibilità di accedere agli esami internazionali “Certified Financial Technician (CFTe)” di primo e secondo livello, oltre all’esame di livello più elevato, il “Master of Financial Technical Analysis (MFTA)”, predisposti dall’IFTA (International Federation of Technical Analysts), di cui SIAT è socio.

I destinatari sono operatori finanziari, investitori privati, traders che vogliono completare la loro preparazione e conoscenza della materia.

Per il modulo base non è richiesta alcuna preparazione specifica, mentre per quello avanzato è importante conoscere le metodologie e le tecniche illustrate nel modulo base.


MASTER IN ANALISI TECNICA DEI MERCATI FINANZIARI

Scarica qui la Brochure Informativa.

Contenuti:

Modulo Base

Modulo Avanzato

martedì 16 agosto 2016

SocialNews di maggio 2016.

Un dossier molto interessante di http://www.socialnews.it/ sul 
Turismo responsabile, sostenibile e solidale.

http://www.socialnews.it/wp-content/uploads/2014/SocialNews_Maggio2016.pdf

Cordialmente,

Giovanni Maiani

martedì 31 maggio 2016

Goldman Sachs Commodity Index (Cme) - Importante test (seguito)

L’indice delle materie prime prosegue la fase di rafforzamento e conferma la precedente ipotesi dello scorso 13 aprile (…mentre ora cerca di confermare a 340).


Probabile il raggiungimento del nuovo obiettivo di 400/410 circa.

Cordialmente,

Giovanni Maiani